Patricio Guzman vince al Biografilm di Bologna

Lo splendido “El boton de nacar – Il bottone di madreperla” del cileno Patricio Guzmàn ha vinto il Best Film Unipol Award dell’11° Biografilm di Bologna, festival dedicato ai racconti di vita. Il Life Tales Award “per il più travolgente racconto biografico” è stato assegnato a “The Russian Woodpecker” di Chad Gracia, con la motivazione: “La vita, l’arte, l’attivismo politico in un film fuori dagli schemi, che attraverso un personaggio creativo e visionario si domanda i perché di una tragedia come quella di Chernobyl”. Una menzione speciale della giuria internazionale (presieduta dal regista Silvio Soldini) è stata attribuita a “A Syrian Love Story” di Sean McAllister, “Per il coraggio e la tenacia di raccontare, con un linguaggio diretto e senza filtri, una storia d’amore e di guerra portandoci dentro la quotidianità di una famiglia stravolta dall’idealismo e dalla violenza”.

Il film di Guzman, ospite del festival bolognese, ha già ricevuto l’Orso d’argento per la migliore sceneggiatura all’ultimo Festival di Berlino. Ed è una sorta di seconda parte del viaggio personale nell’universo, nella storia e nell’animo umano iniziato dal regista cileno con “Nostalgia de la luz”. Se allora il filo conduttore era la luce, stavolta è l’acqua per un percorso spiazzante tra morte e vita, tra memoria e oblio, tra ditatura e orgoglio, tra gli indigeni del sud del Cile e gli orrori di Pinochet.

Nicola Falcinella

More from Nicola Falcinella
Silenzio in sala, partono le 35° Giornate del cinema muto a Pordenone
Da qualche anno sono uscite dalla ristretta cerchia degli appassionati e degli...
Read More
Leave a comment