Festival di Locarno: Edward Norton riceverà l’Excellence Award

poster-locarno copia

Dopo il Pardo d’onore che andrà al regista Marco Bellocchio, il Festival del Film Locarno ha annunciato che Edward Norton riceverà l’Excellence Award Moët & Chandon. L’attore, regista e produttore statunitense sarà fra gli ospiti della 68° edizione del festival svizzero, in programma dal 5 al 15 agosto (www.pardo.ch) e riceverà il riconoscimento che negli anni è stato assegnato a Susan Sarandon, John Malkovich, Michel Piccoli, Isabelle Huppert, Gael García Bernal e, nel 2014, Juliette Binoche e Giancarlo Giannini.

Edward Norton riceverà il premio in Piazza Grande e parteciperà a una conversazione con il pubblico allo Spazio Cinema.
L’omaggio sarà corredato dalla proiezione di una selezione di film della sua carriera. Edward Norton si pone all’attenzione internazionale fin dal debutto nel 1996 con “Primal Fear – Schegge di paura”, che gli vale la candidatura all’Oscar. Nomination che otterrà anche con “American History X” nel 1998 e con il recente “Birdman” di Alejandro Gnzales Iñarritu.
Nel 1999 è protagonista con Brad Pitt di “Fight Club” di David Fincher, mentre l’anno successivo debutta alla regia con “Keeping the Faith – Tentazioni d’amore”.
Protagonista di una grande varietà di ruoli – dall’antagonista di “The Bourne Legacy” allo scout di “Moonrise Kingdom” di Wes Anderson – e interprete dei generi più diversi per registi del calibro di Spike Lee e Ridley Scott, Norton è uno dei volti più forti e riconoscibili del cinema internazionale degli ultimi 20 anni.

Impegnato in azioni umanitarie e attento alle tematiche ecologiche, dal 2010 è ambasciatore Onu per la biodiversità.

Carlo Chatrian, direttore artistico del Festival, ha diciarato: “Sono molto felice e orgoglioso di accogliere Edward Norton a Locarno. Una personalità che ha dimostrato un grandissimo talento nel dare forma a personaggi affascinanti e complessi come il tempo in cui viviamo. Sono convinto che la sua presenza segnerà l’edizione 2015 dando la possibilità al pubblico di conoscere meglio una delle figure più interessanti della Hollywood del XXI secolo”.

Nicola Falcinella